close
No profit

La britannica campagna anti-fumo

campagna-antifumo

Nuovo episodio della sensibilizzazione made in Gran Bretagna.

Stavolta il protagonista è il fumo, vittima preferita (e perfetta) di ogni Dipartimento della Salute che si rispetti. Il video è di forte impatto e non suscita certo risate ma disgusto, al contrario della campagna di sensibilizzazione lanciata dal distretto di Calderdale nel quale si paragonava zombie ad ubriachi.

E’ giusto così, questi spot non devono avere restrizioni, devono arrivare, punto. Non stiamo pubblicizzando un prodotto nel quale il rischio flop è reale, qua stiamo avvertendo un determinato gruppo di persone sui rischi del vizio, probabilmente, più diffuso al mondo. In parole povere: nessuna pietà.

C’è da dire però che nonostante il messaggio sia abbastanza chiaro questa tipologia di spot sono un pò del tipo “annuncio: si comunica che la Terra è rotonda”, tutti sanno in quali rischi si incorre fumando. Chi fuma continuerà a farlo con o senza spot.

A sto punto sorge spontanea una domanda: è davvero necessario spendere tempo e soldi in campagne che alla fine risulteranno inutili o quasi?

Lascia un Commento