close
InternetStrategie

Infografica: ecco perchè grafico è meglio

infografica-evidenza

Al giorno d’oggi sono sempre di più coloro che decidono di arricchire i propri testi con un’infografica, in modo tale da focalizzare l’attenzione su alcuni punti chiave ed, in alcuni casi, integrare così le varie informazioni con dati statistici che danno maggiore credibilità al contenuto.

Ma vediamo cos’è esattamente un’infografica!

infograficaLa parola Infografica, in inglese Infographic, deriva dall’unione dei due termini “information” e “graphic”, e letteralmente sta a significare “informazioni grafiche”.

Infatti un’infografica è semplicemente una serie di informazioni trasmesse tramite una forma grafica, invece che in una forma testuale.

Questo genere di rappresentazione dei dati è nato inizialmente dall’esigenza di comunicare delle statistiche e dati matematici, e proprio per questo fatto, è facile trovare in esse elementi come tabelle, diagrammi di flusso, istogrammi e altri tipi di grafici, mappe o schemi.

Oggigiorno l’infografica è un vero e proprio linguaggio di comunicazione, molto usato sopratutto nel giornalismo, che sfrutta la comunicazione grafica non solo per tramettere dati numerici, ma anche per riuscire a focalizzare l’attenzione del lettore su alcune parole chiave e per descrivere sinteticamente alcuni dati essenziali.

 

Quali sono i vantaggi di usare un’infografica?

statisticheSono davvero molti i vantaggi che offre l’uso di un’infografica rispetto ad un testo.

Innanzi tutto un contenuto grafico cattura maggiormente l’attenzione rispetto ad un contenuto testuale, e ciò fa sì quindi che l’immagine venga ricordata più facilmente, considerando anche il fatto che un lettore medio preferisce soffermarsi a guardare una bella immagine, anche se piena di dati, piuttosto che mettersi a leggere un lungo e noioso trattato su dati e statistiche.

Inoltre l’informazione è resa in maniera sintetica, riuscendo così a mettere in risalto determinate parole chiave e poche informazioni essenziali, in modo tale da aumentare la facilità di comprensione da parte di chi legge, anche nel caso di argomenti e dati considerati complessi.

Ultimo, ma non per questo meno importante, è la maggiore facilità di condivisione di un contenuto visivo rispetto ad un testo. Con l’enorme successo dei vari Social Network infatti, la possibilità di condividere online un contenuto è ormai una cosa essenziale.

pinterestTrattandosi di un’immagine, l’infografica è perfetto per la condivisione social, e se fatta bene, questa riesce facilmente a diventare virale in breve tempo. Tra i Social Network più famosi, il migliore per trovare delle infografiche è senza dubbio Pinterest, proprio per la sua predisposizione alla condivisione dei contenuti multimediali.

Di recente è stato creato Visiwa, il primo Social Network italiano completamente dedicato alle infografiche. Questo sito web realizza e vende infografiche a qualsiasi tipo di organizzazione, ed inoltre qualunque designer può collaborare con Visiwa proponendo le proprie immagini.

 

Pochi semplici passi per creare una buona infografica!

In un’infografica, la parte grafica è importante almeno quanto il contenuto, se non di più, poiché è l’impatto visivo dell’immagine che cattura l’attenzione. Proprio per questo crearne una non è mai semplice, anche se ci sono molte linee guida a cui è possibile affidarsi.

Innanzi tutto bisogna prestare attenzione alle dimensioni che vogliamo dare all’immagine: la vostra infografica dovrà essere postata on-line, quindi deve potersi adattare perfettamente alle dimensioni dei siti web. In genere sono tutte sviluppate in verticale, di lunghezza variabile a seconda delle esigenze, e cercando di lasciare dei margini esterni per evitare che il testo sia troppo laterale.

ideaA questo punto bisogna trovare un’idea interessante di cui parlare, che sia in grado di colpire. In genere gli argomenti trattati sono dei più disparati, spesso supportati da dati numerici, ma si possono anche scegliere argomenti privi di tali dati, basta che siano facilmente sintetizzabili e realizzabili con delle illustrazioni.

Per quanto riguarda il design dell’infografica, esso si deve basare molto sull’argomento scelto, perciò gli elementi grafici da usare rispecchieranno il vostra tema, ad esempio in un’infografica che parla di scrittura è facile trovare l’immagine di una penna.

coloriMolto importante è anche la scelta dei colori e dei font da usare, che in ogni caso devono anch’essi rispecchiare il vostro argomento. Entrambi svolgono un ruolo determinante nel dare un maggiore rilievo a certi elementi o parole rispetto al resto dell’immagine.

I font devono essere facili da leggere e di una dimensione tale da poter essere letti sin dal primo impatto con l’immagine, senza doversi sforzare. I colori devono essere almeno 3, meglio se di più, e devono necessariamente essere tutti abbastanza complementari tra loro, in modo che stiano bene se accostati.

Data la complessità del processo di creazione dell’immagine, esistono molti tool online per creare un’infografica, nei quali potrete scegliere tra i vari modelli standard ed in seguito inserire i vostri dati.

 

Ecco un esempio di infografica sulla gravidanza giovanile negli Stati Uniti:

infografica-esempio

Lascia un Commento


Warning: Cannot assign an empty string to a string offset in /home/unocomunica/public_html/wp-includes/class.wp-scripts.php on line 447